Arteformare, Ino Piazza. - Ino Piazza

Vai ai contenuti

DA ARTIGIANI AD ARTISTI

ArteFormare è un gruppo di artigiani italiani di straordinaria maestria, fondato, promosso e coordinato da Ino Piazza, per garantire eccellente qualità dei materiali e processi costruttivi, sia per l'interior design che per l'architettura strutturale, e prestando la stessa attenzione sia che si tratti della ristrutturazione di un piccolo appartamento sia che si tratti del progetto di un grattacielo.
ArteFormare è il risultato della sana ossessione di Ino per la costante ricerca di maestranze degne di rappresentare l'eccellenza del genio creativo italiano per un'architettura che possa definirsi la perfetta combinazione tra arte e tecnica, tradizione ed innovazione, ispirazione creativa e sacra attenzione al dettaglio, pragmatismo e poesia.

Durante il Quattrocento, con il passaggio dell'era comunale a quella delle signorie, l'architettura italiana nobiliare è molto più aperta alla luce e all'innovazione, si apre alla città ed inizia ad ospitare i suoi artigiani con contratti di esclusività. Da artigiani di corporazione diventano artisti di corte. Le corporazioni medievali che regolano e gestiscono le botteghe stabilendo tecniche, canoni estetici, materiali e prezzi, iniziano a perdere il controllo dei migliori che lavorando per il signore della città acquistano più libertà espressiva e potere economico.
Ha inizio quel processo evolutivo dell'arte che interessata sempre più alla qualità, alla speculazione intellettuale, all'evocazione emotiva spirituale, è sempre più aperta alla sperimentazione di nuovi canoni estetici e simbolici, segnando la fine del rigore medievale.
Nasce l'Umanesimo, ed esattamente come è accaduto agli albori del Rinascimento italiano, il gruppo ArteFormare può essere considerato come il progetto di Ino Piazza finalizzato alla rievocazione intellettuale ed operativa delle potenzialità umanistiche della creatività artistica italiana, portando a nuova luce quelle competenze e abilità oggi considerate semplicemente professioni, come il falegname, il fabbro, il vetraio, il muratore, il pittore..., coinvolgendole in progetti di architettura in cui si rievoca il concetto del cantiere rinascimentale pluri-specializzato in grado di rendere un qualunque spazio abitativo da semplice architettura ad opera d'arte.

E' per questo che mi piace definire l'architettura di Ino Piazza "Umanesimo da abitare", architettura dall'anima rinascimentale, che per quanto possa apparire avveniristica, fuori dall'usuale, è caratterizzata da dialoghi tra forma-colore-materia il cui fine non è semplicemente scenografico ma soprattutto evocare archetipi di armonie invisibili, intellettualizzare e spiritualizzare il mestiere per tramutarlo in arte.
DEPARTMENT 7
Torna ai contenuti